Saracenum Germe di Grano Saraceno Bio

Saracenum Germe di Grano Saraceno Bio

Saracenum Germe di Grano Saraceno Bio

Saracenum – Germe di Grano Saraceno è un prodotto alimentare 100% naturale a base di materie prime di origine italiana.

Ottenuto dalla macinatura del cuore del chicco biologico, questo alimento vegetale sotto forma di semolino è una ricchissima fonte di proteine, magnesio, potassio, fosforo, zinco e rame. Con 9 aminoacidi essenziali.

Ideale per arricchire l’impasto di prodotti da forno, dolci, zuppe, pancakes, ecc.

GlutenFree – Senza glutine (adatto ai celiaci).

Consigli d’uso:

È un pronto per l’uso: una spolverata a crudo nell’insalata, in proporzione variabile negli impasti di pane (25-30%), pasta (50%), crêpes e pancakes (100%) o come addensante per zuppe e vellutate o per mantecare pasta e risotti. Da provare anche su yogurt, muesli e bevande per arricchire di energia la prima colazione.

Ingredienti: Germe di grano saraceno*.

(*Biologico) – Agricoltura Italiana – Da macinazione a pietra.

Allergeni: Può contenere tracce di soia.

Valori medi per100 gr.
Valore energetico348 kcal / 1464 kJ
Proteine23,5 gr.
Carboidrati43,0 gr.
di cui zuccheri1,8 gr.
Grassi6,0 gr.
di cui saturi1,2 gr.
Fibre alimentari14,0 gr.
Sale0,0026 gr.

Vitamina D3 Spray

Vitamina D3 Spray

Vitamina D3 Spray

Vitamina D3: una forma potente e attiva di vitamina D
La vitamina D3 (colecalciferolo) è la forma di vitamina D prodotta dal corpo dopo l’esposizione al sole. Dopo numerose ricerche effettuate è stato stabilito che la vitamina D3 (colecalciferolo)  è la migliore forma di vitamina D per il corpo.

La mancanza di vitamina D è associata a un gran numero di malattie.  Da sempre ritenuta importante per il ruolo svolto nell’assorbimento del calcio e nella mineralizzazione delle ossa, recentemente è tornata alla ribalta per i risultati molto importanti che sono stati ottenuti in merito alla salute cardiovascolare,  all’obesità e al diabete.

Diversi studi hanno dimostrato che ‘integrazione di questa vitamina apporta molti benefici, tra quelli più interessanti troviamo:

– Notevole efficacia nel rafforzare il sistema immunitario;

– Promozione della salute dentale e delle ossa;

– Benefici per il sistema cardio-vascolare;

– Azione anti-infiammatoria.

Prodotto approvato dalla Vegan Society e dalla Vegetarian Society.

Indicazioni: spruzzare Vitamina D3 Spray direttamente in bocca o cibo. 1  dose è 5 μg (200 UI) di vitamina D3.  Da 1 a 5 porzioni al giorno per tutte le età.

Se ne consiglia l’assunzione dopo i pasti per facilitarne l’assorbimento ottimale. Lo spray può essere spuzzato direttamente in bocca o sul cibo. Per i bambini piccoli è suggerito uno spruzzo (200IU)  quotidiano, o come suggerito dal vostro pediatra.

Ingredienti per dose: Digliceridi degli acidi grassi (dalla noce di cocco), vitamina D3 ricca di estratto di lichene, vitamina E naturale (derivata dalla soia).

Vitashine – L’unica vitamina Vegan D3 registrata presso la Vegan Society
Vitashine contiene  l’esclusiva Vitamina D3 (colecalciferolo), adatta ad un’alimentazione vegani e vegetariana. Vitashine  garantisce la qualità del prodotto e del lavoro svolto in collaborazioni con laboratori di esperti indipendenti tra cui la Stirling University (esperti di fama mondiale nell’analisi dei lipidi) per convalidare i risultati della ricerca effettuata. Vitashine è registrato presso la Vegetarian Society e la Vegan Society.

 

 

 

Caffè Verde Crudo Biologico

Caffè Verde Crudo Biologico

Caffè Verde Crudo Biologico

Si tratta di caffè crudo che non ha subito il processo di torrefazione: per questo motivo i chicchi mantengono il loro originario colore verde, invece di essere del più familiare colore marrone.

Nei chicchi verdi risultano inoltre essere più abbondanti polifenoli, vitamine e sali minerali.
Un’altra differenza sta nel valore del pH, ossia il valore di acidità o basicità: il caffè verde è meno acido di quello torrefatto, a tutto vantaggio dell’apparato gastrico.

La mancata torrefazione non incide solo sul colore del chicco, ma modifica molte altre proprietà del seme, come la quantità e la qualità della caffeina.
Nel caffè verde la sua concentrazione è minore ed è legata all’acido clorogenico, sostanza antiossidante.
Grazie a questo la caffeina contenuta nel caffè verde viene assorbita più lentamente rispetto al caffè torrefatto, rimanendo in circolo per tempi più lunghi.

Come funziona l’estratto di chicco di caffè verde ? Qual è il meccanismo?

Il caffè verde può ridurre l’assorbimento di carboidrati dal tratto digestivo, che abbassa gli zuccheri nel sangue e le punte di insulina.

La caffeina può aumentare il metabolismo fino al 3-11% .

Tuttavia, si ritiene che il principale ingrediente attivo sia l’acido clorogenico.

Ll’acido clorogenico può ridurre l’assorbimento di carboidrati dal tratto digestivo, che abbassa gli zuccheri nel sangue e le punte di insulina .

Ll’acido clorogenico può ridurre il peso corporeo, ridurre il grasso assorbito dalla dieta, ridurre il grasso immagazzinato nel fegato e migliorare la funzione dell’ormone bruciante i grassi adiponectina .

È stato anche dimostrato che l’acido clorogenico migliora drasticamente i livelli di colesterolo e trigliceridi. Questi sono importanti fattori di rischio per le malattie cardiache

Ingredienti Caffè Verde Crudo Biologico: caffè verde* (Coffea arabica L.) semi non tostati (100%).

Modalità di preparazione:
Mettere dell’acqua a scaldare in un pentolino ed aggiungere un cucchiaino di caffè verde (3/5 g circa) ; far bollire per 5 minuti e filtrare.

L’organizzazione di produttori
18 Conejo
(il nome deriva dalla cultura Maya) è situata nella
regione della
Sierra di Marcala, nel dipartimento di La Paz, nell
a zona sud-ovest dell’Honduras. Costituita da 15 la
voratori,
a cui se ne aggiungono altri 80 per la raccolta e l
a preparazione del caffè verde, 18. Conejo è
un’organizzazione di tipo familiare e socia fondatr
ice di RAOS (organizzazione regionale degli agricol
tori
biologici). Uno degli obiettivi di questa organizza
zione, grazie al surplus ottenuto con le vendite de
l caffè nel
mercato del commercio equo e solidale, è quello del
la realizzazione di una scuola di agricoltura biolo
gica per
i ragazzi della comunità.

 

Proteine di Canapa Biologiche

Proteine di Canapa Biologiche

Proteine di Canapa Biologiche.

Alimento adatto  a chi pratica sport.

Ideale per sviluppare massa muscolare.

Consigliato per avere una dieta sana e bilanciata.

La polvere ottenuta dai nostri semi di canapa è al 100% naturale e di alta qualità, pertanto viene facilmente assimilata dal corpo. Le proteine della canapa sono particolarmente raccomandate come coadiuvante per una dieta equilibrata e perfettamente adatte per gli sportivi o chi vuole aumentare la massa muscolare.

Come usare le Proteine di Canapa Biologiche : 
si consiglia di sciogliere 1 o 2 cucchiai al giorno in yogurt, succhi di frutta o frullati. La polvere può essere utilizzata anche nella preparazione di pane, torte e biscotti, sostituendo 1/5 della farina.
Dopo l’apertura conservare ben chiusa in luogo fresco e asciutto.

Informazioni nutrizionali per 100g:
Valore energetico: 351Kcal/1468KJ
Proteine​​: 49,5 g
Grassi: 11,2 g
di cui saturi: 0,29 g
mono-insaturi: 1,27 g
polinsaturi: 8,07 g
Carboidrati: 4 g
di cui zuccheri: 3,13 g
Fibre: 18,0 g
Sale: 0,2 g

I valori riportati possono subire alterazioni legate alla naturale integrità della materia prima. La qualità della nostra canapa è garantita al 100% priva di conservanti, coloranti ed aromatizzanti. La polvere proteica di canapa non contiene nè glutine nè lattosio.

Un tempo alla base della nostra alimentazione e parte di una ricca filiera produttiva per le sue fibre, la canapa è stata bandita e poi dimenticata per i suoi usi più comuni. I benefici della sua coltivazione non si esauriscono nei prodotti ad uso umano, anzi, grazie alle sue capacità di fissare l’azoto nel terreno e di penetrare in profondità con le sue radici, questa pianta è in grado di rigenerare il suolo e restituirgli anno dopo anno la fertilità.

 

Nessun alimento può essere paragonato alla canapa per il valore nutritivo. Mezzo chilo di semi di canapa fornisce tutte le proteine, gli acidi grassi essenziali e la fibra necessari alla vita umana per 2 settimane”.
Fonte Udo Erasmus da “Fats that heal, fats that kill”, 1993

Vitamina B12 Vegan

vitamina B12 vegan

Vitamina B12 Vegan

 90 compresse

La vitamina B12 bisogna integrarla con l’alimentazione dato che non può essere sintetizzata dal nostro organismo. E’ responsabile della sistesi dei glubuli rossi e del midollo osseo.

Ingredienti per compressa: Cellulosa microcristallina, fosfato di calcio, acacia, acido stearico, magnesio stearato, B12 (cianocobalamina).

La Vitamina B12 Vegan naturalmente non contenie ingredienti animali, nè: zucchero, coloranti, glutine, grano, lattosio.

Posologia: 1 compressa al giorno, da ingoiare con acqua

Maggiori informazioni sulla vitamina B12 (dal sito : www.sceltaresponsabile.it):

La vitamina B12 è essenziale per la buona salute del cervello e del sangue, per la formazione dei globuli rossi, le funzioni neurologiche e la sintesi del DNA. Una sua carenza può quindi causare anemia megaloblastica o problemi neurologici, con sintomi quali intorpidimento, difficoltà a camminare, mancanza di concentrazione, memoria, atrofia ottica, infine depressione, e stanchezza cronica.

Una carenza di questa vitamina è anche legata all’aumentato rischio di malattie cardiache e problemi alle ossa. Nei bambini con deficit di vitamina B12 possono essere osservati ritardi nella crescita, nello sviluppo cognitivo, regressione mentale, ed i sintomi possono anche essere irreversibili o persistere per molti anni. Inoltre questi possono impiegare molto tempo per manifestarsi, anche anni dall’effettiva carenza di B12 nell’organismo; per questo a volte è difficile diagnosticare la carenza di B12. Si tratta spesso di sintomi comuni a molte altre malattie. L’assunzione di acido folico – che mantiene i globuli rossi normali, non manifestando anemia – può mascherare una carenza di B12.

Nella maggior parte dei casi in cui l’analisi del sangue indica bassi livelli di vitamina B12 si è già in una fase avanzata e si dovrebbe quindi provvedere ad integrarla.

Gruppi a rischio

Tra gli individui con un elevato rischio di carenza di vitamina B12 vi sono gli anziani, le persone con ridotta produzione di secrezioni gastriche, gli individui con problemi intestinali , malattie congenite del metabolismo della vitamina, le donne vegetariane in gravidanza o allattamento e i vegetariani e i vegani in generale. Questo suggerisce che, oltre alla quantità di vitamina è il metabolismo che influisce, in quanto l’assorbimento dipende da molti fattori: è necessaria una buona produzione di secrezioni gastriche e pancreatiche. Se uno di questi fattori è compromesso verrà meno l’assorbimento della vitamina. Il nostro corpo ha un sistema di riciclo della B12: la circolazione entero -epatico recupera una gran parte della vitamina espulsa per via biliare. Tuttavia, non tutti possiedono un sistema sufficientemente efficiente. Quindi circa il 95 % dei casi di carenza di vitamina B12 è associato a problemi di assorbimento e non, come erroneamente si pensa, allo stile di vita vegetariano o vegano.

Fonti di vitamina B12

Non bisogna dimenticare che la vitamina B12 può essere ottenuta solo ed esclusivamente attraverso il consumo di animali e prodotti di origine animale ( uova, latte , formaggio), alimenti arricchiti e integratori. Molti hanno speculato sul fatto che alimenti come alghe, alimenti fermentati o di soia, hanno un contenuto di vitamina B12; tuttavia è sempre meglio integrarla assumendo integratori di vitamina B12 vegan.

Chi dovrebbe integrare la vitamina B12 ?

Secondo il dottor Eric Slywitch nella sua tesi di laurea “Valutazione del metabolismo e lo stato nutrizionale di individui vegetariani e onnivori ” (2010 ), i valori di riferimento per la B12 sono sottodimensionati. Egli afferma che i valori impostati con i limiti tra 200 e 900 sono stati un range troppo ampio e indica che al contrario la soglia minima di sicurezza dovrebbe essere senz’aòtro più alta, prescisamente al di sopra di 490. Tutti i valori inferiori a questo può essere considerati insufficienti. Altri test di laboratorio quali l’omocisteina  possono essere eseguiti per confermare i risultati . Per una migliore diagnosi e interpretazione dei risultati è comunque opportuno rivolgersi a un medico o nutrizionista. Se sei vegano o vegetariano è opportuno implementare la B12, con dosi giornaliere comprese tra 10 mg e 100 mg. La Food and Nutrition Board raccomanda che gli individui sopra i 50 anni dovrebber ugualmente integrare tale vitamina.