Rete Dei Santuari Animali Liberi

Rete Dei Santuari Animali Liberi

Rete Dei Santuari Animali Liberi

La Rete dei Santuari di Animali Liberi in Italia è un’aggregazione di progetti che si riconoscono essere molto vicini nel loro percorso e che hanno come obiettivo comune quello di contribuire ad un miglioramento dell’attuale relazione tra noi animali umani e tutti gli altri.

Già da tantissimi anni l’uomo purtroppo si è auto elevato ad un gradino superiore a tutto il resto dell’abitato del pianeta, ponendosi così in maniera violenta e mettendo al proprio servizio ogni soggetto e ogni cosa conosciuta, manipolandoli in base alle proprie (false) esigenze.

I pessimi risultati di questo comportamento sono ormai evidenti in ogni angolo del pianeta e fortunatamente sempre più persone stanno cambiando rotta, puntando dritti verso una scelta di vita nonviolenta e di profondo rispetto verso la natura.

In questo sito potrai trovare tutti quei progetti che nel loro impegno di “riconversione”, hanno sviluppato e migliorato la relazione umano-altri animali, creando nello specifico dei luoghi di rifugio per molti soggetti senza una casa.

Per ottimizzare il proprio operato e per raggiungere meglio tutti gli obiettivi comuni, a fine 2014 nasce la Rete Dei Santuari Animali Liberi in Italia, creando così un ambiente di divulgazione, di collaborazione e di cambiamento.

Sostienici e facci conoscere a più persone possibili!

Il Premio Felice è un concorso di scrittura organizzato dalla Rete dei Santuari di Animali Liberi e aperto a bambini e ragazzi fino a 14 anni.
Il Premio è alla sua quarta edizione.
Partecipare è semplice!
Scrivi una storia che abbia come tema gli animali, scegli tu se reale o di fantasia. L’autore del miglior racconto vince un bel regalo e un viaggio, assieme alla sua famiglia, presso un rifugio per animali.

Chi è Felice?
Felice è un cane di 16 anni adottato nel 2010 da Sergio, Daniela e dalla loro bambina Linda, che gli hanno permesso così di uscire da uno dei peggiori canili dell’Emilia Romagna. Allora Felice era solo l’ombra di un cane: denutrito, privo di pelo, cardiopatico e con un’infezione alla bocca, mai curata, che rese necessario estrarre tutti i denti tranne i …due canini. Felice, che a quel tempo si chiamava Iena, era considerato uno dei cani più brutti di tutto il canile e nessuno aveva mai chiesto di lui. Ma anche le storie più tristi possono avere un liete fine: Linda decide che quel cane bruttino e un po’ spelacchiato ha qualcosa di speciale, bisogna dargli una seconda possibilità! Oggi Felice è un cane allegro, giocherellone, che ama l’erba fresca, i ruscelli di montagna e soprattutto… le palline. Felice ha anche insegnato alla sua famiglia una lezione preziosissima: la felicità si trova spesso nelle piccole cose.

Perché il Premio Felice?
Felice è un simbolo: la sua storia rappresenta il riscatto da un destino che sembrava già segnato e ci fa sperare che un simile lieto fine sia un giorno alla portata di tutti gli animali maltrattati e sfruttati.

Partecipa anche tu!
Spedisci entro il 15 aprile 2018 il tuo racconto.

Scrivi come e quanto preferisci!

Le storie ricevute saranno esaminate da una giuria composta da insegnanti e istruttori cinofili. Al vincitore del concorso sarà consegnato un pacco premio contenente una felpa/maglietta e una selezione di libri per giovani lettori.
La consegna del premio avverrà presso uno dei rifugi aderenti alla Rete Dei Santuari Animali Liberi che in Italia accolgono i cosiddetti “animali da reddito” per dar loro un futuro diverso, proprio come è stato per Felice.

Il vincitore potrà visitare questo luogo speciale assieme ai suoi genitori durante un viaggio offerto dall’organizzazione del Premio.Inoltre, in tale occasione verranno donati 1.500 euro al rifugio per sostenere le sue attività. Con questo concorso vincono sia i giovani scrittori che gli animali!

Cosa aspetti? Scrivi e mandaci la tua storia!
Il racconto dovrà essere inviato entro il 15 aprile 2018 al seguente indirizzo mail:
premiofelice@animaliliberi.org

Fonte: http://www.animaliliberi.org/site/